25 Novembre:giornata contro la violenza sulle donne

Irase Frosinone vuole ricordare tutte le donne, vittime di violenza, attraverso alcune immagini di un Progetto di cui è stato partner strategico.

 

Il Progetto, intitolato  D.E.A. (DonnaEmpowermentAction), finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per le pari opportunità e contro la violenza sulle donne, in rete con Associazione S.C.O.S.S.E., Assist, Famiglia Futura, PasionariaCudari-Università di Cassino, Cooperativa "Il Grillo Parlante", Teatro Labrys, Vanessa Cremaschi (musicista ed attrice), si è concluso oggi ed ha visto protagonisti gli alunni dell'Itis "Majorana", scuola capofila del progetto e quelli del Liceo "Carducci" di Cassino, che hanno recitato insieme all'attrice di teatro Luisanna Trigiani del Teatro Labrys di Frosinone, presso l'Auditorium della Scuola Media "Di Biasio", dopo aver svolto con l'attrice laboratori teatrali.
Gli studenti dell'Itis Majorana si sono, invece, esibiti da soli, insieme alla musicista ed attrice Vanessa Cremaschi, in uno spettacolo intitolato "La vita al tempo delle donne", il 21 novembre.
L'obiettivo del Progetto, pienamente raggiunto, era quello di attivare processi virtuosi all'interno della società e contro la violenza di genere. Tutto si è realizzato attraverso workshop e attività laboratoriali rivolti ai docenti ed agli studenti. I workshop realizzati hanno visto il susseguirsi di formatori quali docenti universitari e rappresentanti di associazioni attive su tutto il territorio nazionale che hanno relazionato su argomenti inerenti a quelli del Progetto, stimolando, suggerendo chiavi di lettura della realtà, diverse e personali, nel rispetto di ogni diversità.
E' stata proposta ed attivata l'ottica dei Laboratori per permettere ai docenti ed agli allievi di vivere concretamente le azioni  formative.
Irase Frosinone, in quanto Istituto di ricerca ed Ente di formazione per il personale scolastico ha voluto promuovere questo progetto, perché l'educazione alle diversità ed alla parità di genere deve rientrare nell'obiettivo principale della scuola: quello di creare CITTADINI davvero consapevoli. Per questo, si devono creare cambiamenti culturali e sociali affinché si modifichi la prospettiva delle cose. Non quindi con una logica emergenziale, ma facendo cultura attraverso un percorso articolato e specifico sul tema, proprio come questo Progetto che ha visto la presenza fattiva, con validi contributi di professionisti del mondo accademico, istituzionale e di associazioni culturali. 
 
 
Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui
degli esseri umani siano costretti a subire sofferenze e umiliazioni.
Dobbiamo sempre schierarci.
La neutralità favorisce l’oppressore, mai la vittima.
Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato.
-Elie Wiesel